Centro studi ed iniziative culturali “Pio La Torre” onlus – Progetto “Nuovi Smart Office in Tempo di COVID per il Progetto Educativo Antimafia”

 

Centro studi ed iniziative culturali “Pio La Torre” onlus - Nuovi Smart Office in Tempo di COVID per il Progetto Educativo Antimafia

Da 14 anni il Centro Studi Pio La Torre porta avanti un progetto educativo antimafia e antiviolenza rivolto ai ragazzi della scuola secondaria di II grado ed ai detenuti con l’obiettivo di sensibilizzare e informare gli studenti su questi temi socialmente rilevanti per aumentare la coscienza e la consapevolezza dei singoli.

IL PROGETTO IN BREVE

L’associazione promuove il confronto con studiosi, operatori, istituti di ricerca associazioni nazionali e internazionali attraverso degli incontri formativi effettuati con un sistema di videoconferenza che consente un alto numero di adesioni di classi e scuole. Il Centro mette inoltre a disposizione, testi teatrali, mediatici e musicali che possono completare e arricchire la formazione culturale e civica degli studenti, messa a dura prova durante il periodo dell’emergenza sanitaria.

IL CONTRIBUTO DI UNICREDIT AL PROGETTO

Il supporto di UniCredit è servito a potenziare la strumentazione hardware e software del Centro studi Pio La Torre per migliorare la qualità della formazione e i servizi offerti gratuitamente alle scuole e alle carceri che hanno aderito al progetto educativo antimafia e antiviolenza. La partecipazione di studenti e docenti da remoto si è arricchita di nuovi strumenti che hanno consentito il collegamento con le LIM (lavagne interattive) e un miglior supporto in termini di collegamento, oltre che di 7 postazioni PC aggiuntive fisse e portatili utilizzate per dare ulteriore supporto e assistenza ai professori sulle piattaforme informatiche del progetto educativo antimafia.

IL FONDO CARTA ETICA CHE UNICREDIT DESTINA AD INIZIATIVE DI SOLIDARIETA’ SUL TERRITORIO

Il contributo di UniCredit è stato possibile grazie al Fondo Carta Etica destinato dalla banca ad iniziative di solidarietà sul territorio. Il progetto Carta Etica prevede infatti che il due per mille delle spese effettuate dai clienti con la carta di credito “UniCreditCard Classic E” vada ad alimentare, senza alcun onere a carico del titolare della carta, uno specifico Fondo le cui disponibilità sono destinate a progetti di solidarietà portati avanti da organizzazioni senza scopo di lucro.