La Direttiva 2014/65/UE  (Markets in Financial Instruments Directive II) così detta MiFID II, nasce come evoluzione della Direttiva MiFID" (Direttiva Comunitaria 2004/39/CE).

Tra gli interventi più importanti rispetto a quanto previsto dalla normativa previgente, vi è una accentuazione della tutela dell’investitore, che viene anticipata fin dalla fase di ideazione dei prodotti.

MiFID II ha inoltre potenziato la trasparenza, arricchendo le informazioni verso i clienti in fase di prestazione dei servizi di investimento ed accessori e la rendicontazione periodica per la quale è stata aumentata anche la periodicità di trasmissione; ha rafforzato i controlli di adeguatezza; ha evidenziato la necessità che il personale a contatto con la clientela abbia un adeguato livello di competenza ed esperienza professionale; ampliato l’ambito di applicazione in ordine alla tutela dei mercati rispetto a quanto previsto dalla precedente normativa.

MiFID II è stata anche l’occasione per migliorare il livello di uniformità dell’applicazione della normativa a livello dei singoli Paesi interessati.

Clicca qui