COME FUNZIONA IL MECCANISMO SOTTOSTANTE

La peculiarità del meccanismo è rappresentata dal modo in cui vengono combinati gli asset rischiosi (Linea Active) e la Linea Conservative, che investe in strumenti del mercato monetario a basso rischio e obbligazionario a breve termine.

Prima di prendere decisioni di investimento o disinvestimento, quotidianamente il team di gestione analizza congiuntamente la situazione di ogni singolo portafoglio UniCredit Green e la situazione del mercato con particolare attenzione alla volatilità.

 

La determinazione del peso massimo della linea Active è effettuato, quindi, sulla base della volatilità del mercato di riferimento e sulla capacità del singolo portafoglio di sopportarne il rischio. Tale capacità è rappresentata, a sua volta, dalla differenza tra il Valore  Sottostante della gestione (al netto delle eventuali commissioni di sottoscrizione) e il Prezzo di esercizio (ossia il valore garantito) della gestione.

 

I dati storici dimostrano come vi sia una correlazione tra l’andamento dei mercati azionari e la volatilità. Quando la volatilità cresce, si verifica una discesa del mercato; quando la volatilità diminuisce si è assistito ad una successiva crescita del mercato.

 

È da notare che l’indice preso a riferimento per il meccanismo di protezione ((il vStoxx, ovvero l'indice di volatilità implicita del Eurostoxx50) non rappresenta la mera volatilità storica (l’effettiva variabilità espressa dall’indice e che è quindi rivolta al passato) bensì rappresenta la cosidetta “volatilità implicita”. Questa è la volatilità che si desume dalle quotazioni dei contratti derivati che hanno come sottostante i titoli dell’indice azionario preso come riferimento (Eurostoxx50).

In altre parole, viene monitorato un indice costruito utilizzando strumenti derivati che gli operatori utilizzano tipicamente per coprirsi dai rischi previsti in futuro (o, al contrario, per investire ed esporsi ad un andamento che ritengono probabile). Tale indice ha quindi un valore maggiormente “predittivo” rispetto alla semplice volatilità storica.

 

Tutto ciò non significa chiaramente che nel futuro si ripeteranno necessariamente i risultati del passato, ma è ragionevole presupporre che vi sia una logica connessione tra la volatilità implicita e l’andamento del mercato. Tale variabile, inoltre, è solo una tra quelle utilizzate per prendere le decisioni di investimento che si basano anche sulle aspettative che UniCredit ha sui movimenti dei singoli mercati/strumenti e, naturalmente, sull’analisi dell’effettiva posizione di ogni singolo portafoglio.

 

 

 

Vuoi una soluzione a te dedicata?

Contatta il tuo Private Banker per approfondire con lui le tue esigenze.

Non sei ancora nostro cliente ma vuoi maggiori informazioni?
Fissa un appuntamento
Fissa un appuntamento

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

UniCredit Green è una Gestione di Portafogli di UniCredit S.p.A. distribuita tramite le Filiali contraddistinte UniCredit Private Banking e la rete di promotori finanziari al servizio delle predette Filiali. L’elenco completo delle Filiali UniCredit Private Banking è disponibile nella sezione Agenzie. Le informazioni rese disponibili non devono essere intese come un invito della Banca a compiere una particolare transazione o come un suggerimento a porre in essere una determinata operazione, né tantomeno costituiscono offerta ad acquistare o vendere strumenti finanziari. Prima della sottoscrizione della Gestione di Portafogli UniCredit Green, al fine di assumere una decisione di investimento consapevole, leggere attentamente il Contratto che disciplina la Gestione stessa ed il Contratto di opzione collegato alla Gestione che regolamenta il funzionamento della garanzia, il Documento informativo della Banca e l’informativa sulla Strategia di Trasmissione degli ordini nella Gestione di Portafogli. Tali ultimi due documenti sono disponibili presso le Filiali della Banca e nella sezione MiFid.