Per accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese

Beni Strumentali

La misura consente di:

  • sostenere gli investimenti per acquistare macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, nonché hardware, software e tecnologie digitali 
  • ottenere un contributo economico che copre parte degli interessi sui finanziamenti contratti, pari all’ammontare di quelli calcolati su un piano di ammortamento a rate semestrali, con tasso del 2,75% e durata 5 anni;
  • possibilità di ottenere, ove previsto, una copertura sul finanziamento fino all’80% del suo ammontare, tramite “Fondo di garanzia per le PMI” con priorità di accesso.

Dettagli

A chi è rivolto:

Imprese, operanti in diversi settori produttivi, inclusi agricoltura e pesca (ad eccezione dell’industria carboniera, delle attività finanziarie e assicurative, della fabbricazione di prodotti di imitazione o di sostituzione del latte o dei prodotti lattiero-caseari)  che realizzano investimenti in macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché investimenti in hardware, software e tecnologie digitali.

Come funziona:

Il Mutuo Chirografario PLAFOND “BENI STRUMENTALI” c.d. “NUOVA SABATINI” è un finanziamento accordato ai sensi della convenzione tra il Ministero dello sviluppo economico (MISE) – ABI – Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. (CDP)

 

Come richiederla:

La domanda di agevolazione e i relativi allegati devono essere compilati utilizzando esclusivamente, pena l’invalidità, i moduli disponibili nella sezione “BENI STRUMENTALI (NUOVA SABATINI)” del sito internet del Ministero www.mise.gov.it e deve essere firmata digitalmente ed inviata esclusivamente tramite PEC, corredata di tutti gli allegati previsti dalla norma (anche essi firmati digitalmente).

L’indirizzo di posta elettronica certificata di UniCredit è il seguente: benistrumentali@pec.unicredit.eu 

Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.

Per le condizioni contrattuali è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi.
La Banca si riserva la valutazione del merito creditizio e dei requisiti necessari alla concessione del finanziamento.